Sentenza 1292 Tribunale Civitavecchia -l'avvertimento di cui all'art. 480 c.p.c. non è previsto a pena di nullità, non si applica all'imprenditore fallibile e l'opposizione al precetto determina sanatoria dei vizi lamentati | Studio Legale Magro Roma
Lo Studio Magro svolge attività di assistenza, rappresentanza e consulenza sia giudiziale che stragiudiziale in materia di diritto penale e tutela dell’impresa, con particolare riferimento al diritto penale dell’impresa, ai reati in materia di colpa e responsabilità medica ed reati in materia di violazione dei diritti di autore.
472
post-template-default,single,single-post,postid-472,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.7,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Sentenza 1292 Tribunale Civitavecchia -l’avvertimento di cui all’art. 480 c.p.c. non è previsto a pena di nullità, non si applica all’imprenditore fallibile e l’opposizione al precetto determina sanatoria dei vizi lamentati

La modifica effettuata dal Legislatore in merito all’art. 480 c.p.c. secondo cui il creditore nell’atto di precetto è tenuto ad avvertire il debitore “che , con l’ausilio di un organismo di composizione della crisi o di un professionista nominato dal giudice, può porre rimedio  alla situazione di sovraindebitamento concludendo con i creditori un accordo di composizione della crisi”, nelle modalità con cui è scritta, appare inutile e priva di senso, nonché lesiva degli interessi dei creditori e foriera di possibili opposizioni infondate che dimostrano nuovamente non soltanto una non conoscenza da parte degli ideatori del testo di riforma della disciplina applicativa della materia e delle leggi in vigore ma anche la perdita di una chance per il parlamento di poter intervenire in modo adeguato e logico nella giustizia processuale e applicativa onde tutelare veramente i cittadini con riduzione dei biblici tempi di giustizia e garantire il recupero dei propri crediti.

Sentenza 1292-2016 Tribunale Civitavecchia AVVERTIMENTO N.4 ART. 480 CPC NON E’ PREVISTO A PENA DI NULLITA’ E L’OPPOSIZIONE DETERMINA SANATORIA PER CONOSCENZA AVV. MAGRO